HummingBad - virus DNA

HummingBad, 85 milioni di Android colpiti dal virus

Ancora un malware per Android. Questa volta parliamo di HummingBad, virus che sta destando molta preoccupazione. Secondo Check Point Software che per prima ne ha fornito una documentazione, vanta al suo attivo 85 milioni di dispositivi già infettati e un vero e proprio team di sviluppo, ben strutturato e, pertanto, pericoloso. Il malware, infatti, si muove in due direzioni: genera una quantità elevate di invasivi banner pubblicitari, fonte primaria di reddito del suo team di sviluppo, e include nel suo codice tutti i set di istruzioni necessari a tentare di guadagnare i privilegi di root su vari dispositivi. Operazione, quest’ultima, non semplice ma che compromette i dispositivi colpiti. Al momento il malware ha colpito, principalmente, la Cina, ma conviene comunque prestare attenzione quando navighiamo. Il software malevolo prova ad insinuarsi nel dispositivo tramite download, attraverso messaggi popup allarmistici sul browser di turno che affermano che il telefono sia infetto e  vada ripulito, proprio cliccando sul banner proposto. Va specificato, però, che anche se il download dovesse andare a buon fine, per l’infezione vera e propria l’utente deve prima avere dato il suo esplicito consenso all’installazione da fonti potenzialmente insicure. Tale opzione è collocata tra i menu di Android e può essere selezionata solo manualmente. Il nostro team di esperti consiglia di tenere, quindi, l’opzione del downolad automatica disattivata, di installare app esclusivamente dal Play Store di Google e di dubitare fortemente degli avvisi minacciosi ma inspiegabili. I tecnici DNA sono a disposizione per consulenza o supporto operativo per la sicurezza dei diversi dispositivi tecnologici.